«Grido per la violenza e per la rovina»: una lettera aperta dei cristiani della Bielorussia

Чытать па-беларуску Читать по-русски To read of englisch Lire en français Deutsch Español

I cristiani della Bielorussia di varie confessioni hanno lanciato un appello aperto per porre fine alla violenza nel Paese, ripristinare lo stato di diritto e indire nuove elezioni eque.

«Chiediamo a tutti di pregare Dio e di fare tutto ciò che è in loro potere per ripristinare la pace, l’armonia e la giustizia nella nostra casa comune Bielorussia. Chiediamo a tutti i cristiani di pronunciarsi pubblicamente contro l’illegalità e la violenza in Bielorussia, perché il silenzio significa cooperazione con gli oppressori» sottolinea la lettera aperta, firmata da migliaia di rappresentanti di varie fedi provenienti da tutte le regioni della Bielorussia.

Ecco il testo della lettera per intero:

LETTERA APERTA DEI CRISTIANI DELLA BIELORUSSIA

Grido per la violenza e per la rovina
Bibbia, libro del profeta Geremia

«Noi, credenti di tutte le confessioni cristiane della Bielorussia, rendendoci conto della nostra responsabilità davanti a Dio e alla società, dichiariamo che:

  • La distorsione deliberata delle informazioni sui risultati del voto alle elezioni presidenziali del 9 agosto 2020, lo spergiuro nei tribunali, la disinformazione nei media, le decisioni deliberatamente ingiuste non sono solo una violazione delle leggi della Repubblica di Belarus ma anche un grave peccato. Non mentire, non dire falsa testimonianza è comandamento di Dio.
  • L’uso di armi da parte degli organi di potere della Bielorussia, che ha portato alla morte di civili, alla tortura e l’inflizione di lesioni gravi, ha trasferito il confronto politico su un piano morale ed etico. È immorale sostenere azioni illegali delle autorità. Il silenzio sull’illegalità in Bielorussia infligge sofferenza a decine di migliaia di persone in tutto il Paese.

«Un abominio per la sua anima: occhi orgogliosi, lingua bugiarda e mani che versano sangue innocente, cuore che forgia disegni malvagi, gambe che corrono rapidamente al male, spergiuro, bugiardo…» (Bibbia, Libro dei Proverbi).

Alzare la voce per la verità e la giustizia è il bisogno interiore dei cristiani che vivono in accordo con la legge morale del Vangelo e in armonia con la coscienza che è la voce di Dio.

Pertanto, noi, cristiani della Bielorussia, chiediamo a ogni persona che rappresenta gli organi statali di fare tutto ciò che è in vostro potere per:

  1. Fermare la violenza contro i cittadini bielorussi che esprimono pacificamente la loro opinione sulla situazione nel Paese – diritto garantito dall’articolo 33 della Costituzione della Repubblica di Belarus.
  2. Ripristina la legalità. Per fare ciò, è necessario rilasciare tutti i detenuti politici e assicurare alla giustizia i rappresentanti degli organi statali che hanno violato le leggi della Repubblica di Belarus.
  3. Condurre al più presto le nuove elezioni presidenziali previste dalla legislazione della Repubblica di Belarus. Le elezioni devono soddisfare gli standard democratici internazionali.

Siamo sicuri che l’adempimento di questi requisiti eliminerà le rivendicazioni dei cittadini bielorussi alle autorità e ripristinerà la pace pubblica.

Simpatizziamo con tutte le persone colpite. Il cuore dei cristiani in Bielorussia e le porte delle nostre chiese sono aperte a coloro che hanno bisogno di aiuto, indipendentemente dalle preferenze politiche.

Sosteniamo i cittadini bielorussi che esercitano il diritto dato da Dio e confermato dalla Costituzione della Repubblica di Belarus alla libertà di opinione e di credo, la loro libera espressione nel quadro della legge senza l’uso della violenza.

Chiediamo a tutti di pregare Dio e di fare tutto ciò che è in loro potere per ripristinare la pace, l’armonia e la giustizia nella nostra casa comune Bielorussia.

Chiediamo a tutti i cristiani di parlare pronunciarsi contro l’illegalità e la violenza in Bielorussia, perché il silenzio significa cooperazione con gli oppressori».

Divulgate sui vostri social il link alla Lettera aperta e invitate i cristiani che conoscete a firmarla: https://forms.gle/jdHBP35LeJ2eBv8n6 

L’elenco dei cristiani che hanno firmato la Lettera aperta può essere trovato qui: https://docs.google.com/document/d/1_PkLlmQUVBZfEVO0xfpOqC-yr0T_q8QtHYRUq3iIpOU/edit# 

La lista viene costantemente aggiornata.

Voice of Belarus